venerdì 31 ottobre 2008

-Il Valore abilitante della laurea in Scienze della formazione primaria: La disposizione attribuisce nuovamente all'esame di laurea in scienze della formazione primaria, comprensivo della valutazione delle attività di tirocinio previste dal percorso, il valore di esame di Stato che abilita all'insegnamento nella scuola dell'infanzia o nella scuola primaria, a seconda dell'indirizzo prescelto. La disposizione si applica anche a chi ha sostenuto l'esame di laurea conclusivo dei corsi di Scienze della formazione primaria nel periodo compreso fra l'entrata in vigore della legge 244/2007 e la data di entrata in vigore del decreto legge 137/2008.
-Le Graduatorie a esaurimento: Per l'immissione in ruolo dei docenti, le graduatorie per le scuole elementari saranno su base provinciale (come ha chiesto la Lega) e non su base nazionale. I docenti che hanno frequentato i corsi del IX ciclo presso le scuole di specializzazione per l'insegnamento secondario (Ssis) o i corsi biennali abilitanti di secondo livello a indirizzo didattico (Cobaslid) attivati nell'anno accademico 2007/2008 e hanno conseguito il titolo abilitante sono iscritti a domanda nelle graduatorie a esaurimento e sono collocati nella posizione spettante in base ai punteggi dei titoli posseduti. Nello stesso modo sono iscritti a domanda i docenti che hanno frequentato il primo corso biennale di secondo livello finalizzato alla formazione di docenti di educazione musicale delle classi di concorso 31/A e 32/A e di strumento musicale nella scuola media della classe di concorso 77/A e hanno conseguito la relativa abilitazione. Possono chiedere l'iscrizione con riserva alle graduatorie anche coloro che si sono iscritti nell'anno accademico 2007/2008 al corso di laurea in Scienze della formazione primaria e ai corsi quadriennali di didattica della musica (la riserva viene sciolta al conseguimento dell'abilitazione e la collocazione in graduatoria è disposta in base ai punteggi attribuiti ai titoli posseduti).

2 commenti:

  1. caro carmelo, grazie per il tuo attento lavoro di informazione e ricerca. che il decreto gelmini sconforti ogni insegnante precario che aspiri ad un contratto a tempo indeterminato è cosa certa. mi chiedo però perchè, nell'ottica di tagli e di migliore gestione del personale in servizio, si sia ritenuto necessario RIdare valore abilitante alla laurea in scienze della formazione primaria; forse il ministro non ritiene che ci siano già abbastanza precari disoccupati?ne servono altri?ancora altri giovani devono studiare per quattro anni in un cordo di laurea che ha come sbocco occupazionale solo ed escusivamente l'insegnamento nella scuole dell'infanzia O primaria ed appassionarsi quindi ad un lavoro che non saranno mai chiamati a svolgere?

    RispondiElimina
  2. Grazie di cuore per il complimento, sono d'accordo con te! Anch'io come moltissimi precari(laureati in formazione primaria) c'è lo chiediamo... mi sa che Maria Stella non capisce niente (tranne la mascagna di berlusconi...)quante volte si è contradetta? boooo.

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...