• BLOG DIDATTICO DI SOSTEGNO

    Si dice di solito "nero sul bianco" per marchiare negativamente qualcuno, io invece provo a cancellare questa macchia nera cercando di trasmettere non solo risorse ma anche valori umani. Se siete perplessi non preuccupatevi è un buon segno, in quanto la perplessità è l'inizio della conoscenza...

domenica 25 agosto 2019

La Commissione “Rubriche valutative e Compiti di realtà” dell'I.C.S. "G. Calò" di GINOSA (Ta) ha realizzato il presente repertorio di compiti autentici per i tre ordini di scuola: infanzia, primaria e secondaria di primo grado, al quale poter fare riferimento. 
L’iniziativa di promuovere una catalogazione di compiti autentici si pone come obiettivo di dare la possibilità di visionare una serie di compiti in uno spirito di confronto e condivisione attiva. La carrellata di compiti autentici raccolti vuole essere una proposta non solo e non tanto di esempi di prestazioni autentiche, quanto un invito a sperimentare una forma di valutazione diversa, a cui la scuola è chiamata rispondendo al cambiamento verso una didattica e un curricolo basato sulle competenze. 

sabato 24 agosto 2019

Ricominciano le scuole, è ora di togliere la polvere dai libri, di comprare nuove matite, quaderni, gomme. Non si può arrivare il primo giorno delle lezioni impreparati, e quindi ogni anno sono le corse nei negozi all’ultimo minuto. 

Ma quest’anno ci ricordiamo di acquistare le etichette adesive?

Si sa, i bimbi, soprattutto quando sono a scuola, perdono di continuo i loro oggetti, li lasciano semplicemente qua e là e poi, una volta tornati a casa: “Mamma, non trovo più il righello rosa!” “Ancora? Lo abbiamo ricomprato tre giorni fa!”
Questione di ordine? Forse sì, ma è abbastanza normale. Le novità, gli amici, la campanella che suona all’improvviso e non si capisce più nulla, si ha solo un pensiero: “Tornare a casa” e quindi ecco che si lascia tutto lì, sotto il banco e si corre verso l’uscita.
È incredibile, assurdo, sembra quasi che l’aula sia un buco nero dove gli oggetti di cartoleria entrano e poi improvvisamente scompaiono chissà dove, chissà perché.

La Lunga Storia delle Etichette Adesive

Quando eravamo noi piccoli si usava segnare direttamente con l’indelebile le cose che ci appartenevano, o con un semplice pezzetto di carta appiccicato con lo scotch, in maniera molto spartana, casalinga.
Ma come ci ricordiamo bene, dopo poco tempo tutto si staccava e si era punto a capo. “Di chi è questa matita tutta mangiucchiata? Sarà di Luca o di Giovanni? Non c’è scritto sopra nessun nome.”
Finalmente con gli anni sono anche cambiati i metodi per affrontare questo problema. Sono nati gli Stikets, un’azienda specializzata in queste etichette adesive tanto bramate dalle mamme, stanche di comprare e ricomprare ogni settimana le stesse cose.
Sono semplici da attaccare, divertenti da creare: ebbene sì, sono personalizzabili al 100%. Dai una occhiata qui: http://www.stikets.it/

Il Primo Biglietto da Visita: le Etichette Adesive

Un’etichetta adesiva è il primo biglietto da visita di un bambino, ecco perché questa azienda ha ideato delle etichette che in poco spazio riescono a mostrare non solo chi è il possessore dell’oggetto ma anche di avere un’idea sui suoi primi hobby.
A Marcello piace giocare a calcio? Allora perché non inserire un’immagine di un piccolo pallone affianco al suo nome?
A Martina piace ballare? Ed ecco che una bella ballerina colorata è proprio lì, nell’angolino dell’etichetta.
Questo è anche un modo per riconoscere i propri oggetti al primo sguardo, poi, essendo scritti non a mano, è naturale che non vi siano cancellazioni o sbavature tipiche degli indelebili.
Insomma, saggia è la scelta di chi le utilizza. Soprattutto perché fanno evitare le inutili corse al negozio ogni due o tre giorni.

Scegliere Stikets è scegliere qualità e efficienza! Visita il sito cliccando qui: http://www.stikets.it/

giovedì 15 agosto 2019

Trovo questo progetto dal titolo - UNA FAVOLA MATEMATICA «LA VOLPE E L’ASINO» - davvero interessante e completo. Si tratto di un progetto realizzato con il contributo della Regione Toscana e svolto dal 1° Circolo F. D. Guerrazzi Cecina.

"Il percorso in verticale ha coinvolto tutte le classi di scuola primaria e alcune sezioni della scuola dell’infanzia; ha approfondito contenuti specifici della matematica: le frazioni e competenze trasversali quali l’argomentazione (in linea con le Indicazioni Nazionali e con il lavoro svolto in LSS nei due anni precedenti). E’ iniziato puntando l’attenzione sul significato che i bambini attribuivano al concetto di «metà». Questa attività ci ha permesso di indagare sulle loro convinzioni e sull’evoluzione di questo concetto dall’infanzia alla quinta primaria. Il percorso intende rispondere all’esigenza di procedere con situazioni didattiche in cui i bambini abbiano modo di osservare, confrontarsi tra loro sulle scelte effettuate e verificare se ciò che volevano trasmettere viene interpretato correttamente dagli altri. 
Il contenuto matematico delle frazioni è stato affrontato con attività trasversali legate all’italiano, in particolare con il testo narrativo fantastico. In questa attività specifica è stato affrontato con l’insegnante l’aspetto di analisi degli elementi fondamentali della favola mentre la comprensione del testo è stata demandata ai bambini.
Gli alunni, attraverso il cooperative learning, hanno affrontato situazioni di problem solving con l’obiettivo di argomentare il proprio pensiero, prima ancora della precisione linguistica e della correttezza del contenuto".

Il progetto viene pubblicato qui a titolo di esempio di pruone pratiche didattiche e per consentire la riproposta in classe o farne progetto proprio (con le opportune modifiche).

sabato 2 marzo 2019

Ecco un altro quaderno operativo da stampare, utile per la prima elementare. Questa risorsa ripercorre per tappe un breve e semplificato percorso didattico di matematica. 

Questo quaderno operativo (75 pagine di attività) risulta utile sia per consolidare, come attività da proporre in classe, verifica o come compiti a casa.




mercoledì 27 febbraio 2019

Ecco a voi un altro quaderno operativo utile per la prima elementare. Questo eserciziario semplificato è composto da 80 pagine che ripercorrono in parte il pregrafismo e proseguono con obiettivi della letto-scrittura. 
Questa risorsa è scaricabile gratuitamente ed è ADATTA ad essere spampata poichè le pagine si presentano in bianco e nero e senza sbavature.

L'eserciziario è utile per il consolidamento, per attività di verifica o come compiti da svolgere a casa.



martedì 12 febbraio 2019

E' uno schedario semplice di Italiano, destinato alle classi quarte della scuola primaria. E' formato da 70 pagine tutte con una grafica gradevole, semplice e in bianco e nero... caratteristica necessaria per essere stampate con facilità e utilità. 

Il fascicolo è costituito da semplici ed efficaci schede didattiche, utili per il consolidamento, come verifiche o compiti a casa. 



Ecco a voi un eserciziario o schedario di matematica per la classe quarta primaria. E' un brave fascicolo di 75 pagine, tutto da stampare poichè disegni e grafica sono in bianco e nero. Questo quaderno operativo propone semplici esercizi di consolidamento, utili anche come verifica o compiti a casa permettendo all'alunno, tra una scheda e l'altra, anche di riporsarsi un po' tramite la coloritura delle immagini. 

Devo dire che è una risorsa ben fatta, da scaricare gratuitamente.


sabato 9 febbraio 2019

Spesso siamo alla ricerca di "font" personalizzati, ma cos'è? Qual è la differenza con un carattere tipografico? Carattere tipografico e font non vogliono dire esattamente la stessa cosa. Cerco di spiegarmi meglio...
I caratteri sono, nella grafica, nella tipografia e nell’editoria, come i mattoni nell’architettura, gli atomi nella fisica o i numeri nella matematica, insomma è quello che vediamo con i nostri occhi e in questo caso è rappresentato dal particolare carattere della scrittura (come i diversi tipi di corsivo e/o stampato che troviamo in un qualsiasi editor di testo come ad esempio Word)... Invece un insieme di caratteri studiati in modo coerente e secondo gli stessi principi formali, forma un carattere tipografico, il cui "file" viene chiamato font.
Quindi il font non è il carattere vero è proprio ma consiste nella serie di dati informatici che costituiscono e creano un particolare carattere... insomma è una sorta di software che serve a costituire il carattere che vediamo.
Utilizzare quindi spesso la parola “font” al posto di carattere, è un errore figlio dell’era digitale: confondere il software (mezzo) con il suo scopo (fine). 

Utilizzare un font che permette di scrivere digitalmente, ovvero un particolare carattere di scrittura, può permetterci di essere più chiari nella LIM o nella creazione personale di schede didattiche, filastrocche o semplici testi. Qui sotto troverete il font da scaricare che vi permetterà di avere un carattere diverso rispetto a quelli già disponibili nel vostro editor di video-scrittura (per il carattere vedi immagine sopra).


Come installare il font in Windows:

Una volta scaricato il font, che è un file .ttf (carattere True Type), puoi cliccare con il tasto destro sopra il font e dal menu contestuale scegli Installa, oppure puoi copiare il font nella cartella C:\Windows\Fonts

venerdì 8 febbraio 2019

Ecco a voi un breve percorso didattico sulla formazione della frase e sulla sua estensione e/o riduzione del testo stesso. Ovviamente è un lavoro che va ampliato, vi consiglio di consultare anche i QUADERNONI DELLE MAESTRE, quaderni che offrono notevoli spunti ed esempi. La sezione "Quadernoni delle Maestre" la troverete sempre presente su questo blog.



Clicca qui sotto per scaricare il percorso didattico:




martedì 1 gennaio 2019

"Toy Theatre" è un sito in lingua inglese (ma intuitivo) di giochi online per bambini, pieno zeppo di giochi interattivi che riguardano l'arte, la lettura e la matematica. Progettati pensando alle esigenze delle classi di scuola materna, primaria, di primo e secondo grado, questi giochi educativi online sono considerati affidabili dagli insegnanti di tutto il mondo. In effetti sono giochi che per come sono stati pensati forniscono un valore educativo a completamento per le lezioni classiche e per i progetti. Ottima piattaforma da usare anche con la LIM. Sito consigliato! Visitalo -> http://toytheater.com/

lunedì 3 dicembre 2018

Dicembre è sempre un mese un po' magico, pieno di attività ricreative come addobbi e lavoretti. La didattica non si ferma ma viene tralasciata un pochino per lasciar posto ad attività laboratoriali, alla musica e alla preparazione di spettacoli. Nonostante tutto questo trambusto ogni insegnante personalizza i contenuti anche in vista del periodo. Ad esempo si può decidere di affrontare il mese di dicembre in modo specifico con tematiche relative al clima natalizio. Così nascono i DETTATI sul Natale, occasione per esercitare e proseguire il lavoro sulle difficoltà ortografiche, magari aggiungendo a fine dettato una bella pagina da disegnare che rispecchia il contenuto.

Ecco alcuni links diretti che vi porteranno in siti esterni gratuiti ricchi di dettati e testi sul tema del Natale, non resta che scegliere! ECCO I MIEI CONSIGLI:

giovedì 11 ottobre 2018

E' un documento, una guida che ritengo sia utile non solo per gli insegnanti ma anche per i genitori e gli operatori della scuola. Tale guida offre molte informazioni ed esempi PRATICI su attività educative e suggerimenti su come gestire al meglio gli alunni con lo spettro autistico. 

sabato 6 ottobre 2018

Questo quaderno operativo è uno strumento per continuare la riflessione sul prendersi cura del sé e degli altri in modo ludico e interattivo, all’interno di un contesto educativo scolastico e famigliare. Si rivolge ai bambini dai 5 anni in su, ed è pensato per essere utilizzato anche insieme agli adulti per valorizzare la cura di bocca e denti tramite la corretta pulizia e igiene. 
Le schede e le attività proposte infatti possono essere usate sia dai genitori che dagli insegnanti per accompagnare il bambino in questo percorso di conoscenza. La finalità del quaderno è quella di aiutare il bambino a imparare a volersi bene e a voler bene dando spunti e suggerimenti per il confronto in classe e a casa. Rapportarsi con i pari infatti è importante quanto con la propria famiglia, che da sempre costituisce lo specchio dal quale attingere le conoscenze del proprio “io”. Quante volte i bambini si saranno sentiti dire che assomigliano al papà piuttosto che alla nonna, quante espressioni riflesse avranno percepito e quanti piccoli gesti del prendersi cura quotidiano avranno interiorizzato. È in ambito famigliare che i bambini si riconoscono nelle fasi evolutive della propria crescita condividendo i gesti quotidiani della cura e il nostro quaderno non poteva certo esimersi dall’includere anche la casa, “oltre la scuola”, in questo cammino di conoscenza. 

venerdì 5 ottobre 2018

Il decreto legislativo n. 66/2017 detta nuove norme in materia di inclusione degli studenti disabili certificati promuovendo la partecipazione della famiglia e delle associazioni di riferimento, quali interlocutori dei processi di inclusione scolastica e sociale. I cambiamenti sono tanti cambiando la prassi e creando un po' di confusione... vediamo di capire insieme.

Vi consiglio alcune letture di guide e articoli utili a comprendere (brevemente) le novità e per aver chiaro cosa cambia e come:

sabato 29 settembre 2018

Ecco a voi la mia ricetta, facile e veloce con un ottimo risultato!

Ingredienti:
  • 3 cucchiai di amido di mais (o altro addensante come l'amido di frumento)
  • 250 ml di acqua
  • un cucchiaiono di glicerina (in sostituzione qualche goccia di olio di semi di girasole)
  • a scelta colorante alimentare
Preparazione:

Mettere tutti gli ingredienti dentro un tegamino tranne la glicerina e il colorante. Mescoliamo per ottenere una miscela senza grumi. Mettiamo il tegamino sul fornello e mescoliamo di continuo, dopo qualche minuto otteremo una poltiglia bianca e cremosa... togliere dal fuoco e dopo aver rimescolato ogni tanto per un paio di minuti (in modo da raffreddare un pochino il composto), aggiungiamo la glicerina e dividiamo il composto nei barattolini in modo da personalizzarla con colori diversi.

Ecco una seguenza fotografica con le vaie fasi...


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...