giovedì 8 ottobre 2009

L’Istituto per gli Affari Sociali ha bandito il concorso “L’Alfabeto dei comportamenti responsabili”, per promuovere la cultura della responsabilità personale e sociale tra i giovani. Lo scopo è quello di indurre i ragazzi a una “riflessione creativa” sui comportamenti e sugli atteggiamenti che contribuiscono a coltivare il rispetto di sé, degli altri e dell’ambiente, chiedendo loro di stabilire delle regole in merito. In tal modo i giovani sono chiamati a fare propri i principi “civici”, spesso rifiutati perché percepiti come un’imposizione esterna, afferenti l’ambito della responsabilità personale e sociale, premessa indispensabile per l’esercizio della cittadinanza attiva. Il Concorso è promosso in collaborazione con l'Agenzia Nazionale per lo Sviluppo dell'Autonomia Scolastica (ex-Indire) e con il supporto del Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche sociali. L’idea progettuale nasce dall’analisi del contesto sociale e istituzionale e normativo, ampiamente tracciato nel progetto dell’iniziativa e qui sintetizzato nei seguenti punti:
indicazioni contenute nel Libro Bianco sul futuro del modello sociale, La vita buona nella società attiva emanato dal Ministero vigilante nel maggio 2009;
indicazioni contenute nella L.169/08 e successive disposizioni del Ministero della Pubblica Istruzione finalizzate all’approfondimento nella scuola di conoscenze e delle competenze relative a «Cittadinanza e Costituzione»;
finalità del 2009 Anno Europeo della Creatività e Innovazione;
evidenze scientifiche sulle criticità di alcuni comportamenti e stili di vita adottati dai giovani.
Oggetto del concorso è la realizzazione di un manifesto/opuscolo che illustri, per ciascuna lettera dell’alfabeto con una rima o una filastrocca o uno slogan, le azioni o gli atteggiamenti “responsabili” da assumere in diversi campi della sfera personale o sociale. Possono partecipare le classi delle scuole di ogni ordine e grado. Le cinque scuole vincitrici (scuola dell'infanzia, scuola primaria, secondaria di I grado, secondaria di II grado, Istituto comprensivo o omnicomprensivo) riceveranno ciascuna un premio in denaro pari a 3.000 euro che dovrà essere impiegato per attività culturali, quali ad esempio acquisto di materiale didattico, spettacoli teatrali o cinematografici, visite a musei, etc..Il termine per la presentazione dei lavori è il 31 gennaio 2010. Per maggiori informazioni è possibile scaricare il bando del concorso e scrivere all’indirizzo e-mail comunicazione@istitutoaffarisociali.it.
UNA BELLISSIMA INIZIATIVA!!!

0 commenti:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...