lunedì 29 marzo 2010

Oggi vi segnalo un metodo alternativo per esegure le moltiplicazioni (nei prossimi articoli vi presenterò altre tecniche)...

Spesso noi insegnati ci troviamo in condizioni estreme con gli alunni che presentano grosse difficoltà di apprendimento... per esempio un grande ostacolo didattico è l'esecuzione delle moltiplicazioni con i metodi tradizionali. Nonostante le difficoltà bisogna provarle tutte per raggiungere almeno gli obiettivi minimi.
Il metodo che vi segnalerò è da utilizzare per i casi estremi (non tutti i docenti concordano sull'uso di tecniche alternative):

- Tecnica per moltiplicare due numeri graficamente utilizzando l’intersezione di linee.

Questa tecnica sfrutta due semplici concetti. Il primo è che intersecando due fasci di rette parallele si ottengono un numero di intersezioni pari al prodotto del numero di rette presenti nei due fasci. Si tratta quindi di un concetto di geometria facilmente dimostrabile dal momento che ogni retta del secondo fascio che interseca il primo fascio genera una intersezione per ogni retta che costituisce questo primo fascio; ripetendo il procedimento per tutte le rette del secondo fascio si ottiene appunto il prodotto (come detto giustamente da Antonio, si tratta della definizione stessa di moltiplicazione, applicata però graficamente)
Il secondo concetto alla base di questo procedimento è invece la rielaborazione grafica di un comunissimo algoritmo moltiplicativo che viene insegnato alle elementari. Per spiegare questo metodo classico e per applicarlo consideriamo per semplicità che la moltiplicazione da eseguire sia 12 per 34.

Effettuando alla fine la somma dei numeri per ogni colonna, tenendo conto dei vari riporti. Il motivo dello spostamento verso sinistra in questo algoritmo di moltiplicazione è ovviamente il fatto che la cifra 1 in 12 è un 10 (a cui si somma 2), mentre il 3 in 34 è un 30 (a cui si somma 4).

A questo punto il metodo grafico non fa altro che trascrivere le somme di tali colonne, anch’esso tenendo conto di vari riporti.

Come si vede i due metodi sono perfettamente equivalenti.

- Clicca qui per ulteriori informazioni (scarica documento pdf);


Vedi questo video:

3 commenti:

  1. grazie! molto interessante forse non è troppo complicato? già che ci sono ti faccio tanti auguri di una Pasqua serena!

    RispondiElimina
  2. Ciaooo, grazie per questo commento!!!
    Si effettivamente è complicato... ma il metodo tradizionale obbliga a memorizzare le tabelline... pultroppo per alcuni bambini molti processi come la memorizzazione sono impossibili o quasi...
    Questo metodo, che di solito si usa nella scuola primaria per presentare le moltiplicazioni e le tabelline(schieramenti), rappresenta un modo alternativo per risolvere l'operazione in modo grafico e intuitivo... naturalmente va usato a secondo dei casi...
    Prova tu a usare questo metodo per risolvere una moltiplicazione, inizia con i numeri a due cifre...

    Anche io ti auguro buona Pasqua e serene festività! A presto.

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...