martedì 11 marzo 2014









Spesso può capitare che un bambino disabile abbia bisogno di restare un altro anno in più nella scuola dell'infanzia, in quanto ancora non maturo per affrontare richieste più complesse...
Il trattenimento al nido o alla scuola dell'infanzia è da considerarsi del tutto eccezionale e comunque va sostenuto da una progettualità concordata tra servizi scolastici e servizi sanitari, conseguente al profilo dinamico funzionale elaborato nel corso dell'ultimo anno di frequenza scolastica...
Si richiede anche agli insegnanti, oltre la progettualità del PEI per il nuovo anno scolastico, di redigere un "progetto permanenza". 
Ecco alla fine dell'articolo troverete un modello da tenere in considerazione per adempiere a questa richiesta che fa parte del persorso del bambino e regolamentato da leggi e disposizioni ministeriali... vi consiglio anche di leggere questo articolo con la normativa di riferimento: PERMANENZA DEL BAMBINO DISABILE NELLA SCUOLA MATERNA...

0 commenti:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...