AUMENTA O DIMINUISCI IL TESTO DEL BLOG...

venerdì 25 luglio 2014

SUGGERIMENTI PER L'EDUCAZIONE DEI SOGGETTI AUTISTICI

Anche i consigli educaivi sono essenziali per la gestione di un bambino con disabilità, per molti casi gravi le figure di riferimento hanno bisogno di consigli e suggerimenti per aiutare i propri figli o i propri alunni... Oggi vi segnalo il sito http://salute.uncome.it/ ricco di spunti! Da questo portale ho tratto alcuni punti essenziali per la gestione educativa dei bambini/ragazzi affetti da autismo!

1. Nell'educazione di un figlio autistico, è importante sapere che cosa deve imparare a seconda della sua età di sviluppo nelle diverse aree. Se il bambino autistico non impara allo stesso ritmo dei bambini della sua età, non bisogna rinunciare. È importante offrirgli diversi tipi di supporto e strumenti, e insistere ma senza assillarlo.Bisogna sapere:
  • segnalare visivamente quello che desideriamo da lui e ciò che non desideriamo;
  • l'eccesso di informazioni verbale potrebbe infastidirlo molto, bloccandolo;
  • dividere il suo compito in piccoli passi, con le immagini corrispondenti;
  • insistere sempre con affetto e pazienza per le azioni necessarie.
2. Le istruzionivanno fornite in modo adeguato, altrimenti non capirà ciò che gli viene detto, dandoci l'impressione di non ascoltare.
Prima inizia con istruzioni semplici: fermo, siediti, dammi, prendi, guarda, posa, togli dal cassetto... L'adulto deve dare l'istruzione guardandolo in faccia e pronunciando frasi brevi non più lunghe di tre parole (per assicurarti che colga il messaggio). Se dopo qualche istante il bambino non esegue ciò che abbiamo chiesto, lo guidiamo nell'azione richiesta. Una volta realizzato il compito, è positivo elogiarlo, in modo che capisca che ha fatto esattamente ciò che ci si aspettava da lui e sia incentivato a ripeterlo da solo.
Quando sarà in grado di farlo da solo, puoi chiedere a un parente o conoscente di chiedergli la stessa cosa affinché non si limiti a farlo solo quando glielo chiedono suo padre o sua madre. Quando avrà familiarizzato con una richiesta, puoi aumentare gradualmente le parole che usi per formularla.
È importante:
  • Non dare istruzioni quando il bambino è distratto.
  • Non fare la richiesta da lontano, o quando il bambino sta facendo un'altra cosa.
  • Dare l'istruzione faccia a faccia.
  • Non ripetere l'istruzione. Una volta è sufficiente.
  • Non lasciare che la richiesta resti incompiuta.
  • Evita parole o frasi che possono confondere il bambino.
3. Le norme di comportamento sono importanti in casa, come per qualsiasi altro bambino. Non bisogna giustificarlo perché è autistico, ed è importante chiedergli un comportamento adeguato.
Anticipagli i comportamenti richiesti. Esponi, in una parte della casa in cui siano ben visibili, le norme o abitudini che ci si aspetta e non ci si aspetta da lui.
4. Come qualsiasi altro bambino, quando riesce a fare un progresso gli piace essere elogiato per lo sforzo compiuto. E, come tutti, il fallimento è difficile da digerire. È molto utile con i bambini e le bambine con autismo utilizzare frasi positive e gesti per indicare che hanno fatto un buon lavoro e questo è ciò che ci aspettavamo da loro.
Inoltre, è importante potenziare ciò che sanno fare bene, ad esempio cantare, disegnare, fare cartoline... scopri cosa sa fare bene tuo figlio e potenzialo.


Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...