martedì 27 gennaio 2009

Il 27 gennaio del 1945 il campo di sterminio di Auschwitz fu liberato dalle truppe sovietiche: una data scelta come Giorno della Memoria dalla legge italiana per ricordare la Shoah ebraica, ma anche quella dei Rom e degli omosessuali.
Su internet girano moltissime foto di questa tragedia storica, ma quella più rappresentativa è quella dell'abbattimento dei cancelli del campo di concentramento di Auschwitz.
Non ci sono parole per descrivere l'amarezza che nasce dalla distruzione della vita... ma voglio trasmettervi una frase significativa e positiva che ho trovato: "Guarda il Cielo e non Odiare Mai Nessuno... Non Dimentichiamo"!
Spero che gli insegnanti di tutte le scuole di ogni ordine e grado hanno speso due parole per questo avvenimento...

1 commento:

  1. Ciao Carmelo.
    Leggo con interesse il tuo blog, anche se non sempre intervengo a di causa mille motivi, capeggiati spesso dalla stanchezza o da impegni famigliari.
    Ottima cosa parlare della shoa!
    Credo che per parlare di costruzione di una civiltà dell'amore e della pace sia assolutamente necessario fare tesoro prezioso prezioso di eventi storici che hanno segnato in modo sconvolgente la vita e la coscienza di moltisime persone.
    Sì, e soprattutto per me è fondamentale alzare lo sguardo al cielo con fede viva e con speranza
    per sentirmi rassicurata della viva ed eterna presenza di Colui che, a dispetto di ogni possibile tragedia umana, ha il potere di rimettere in ordine tutto, partendo dal cuore. Questo, ovviamente, è il mio punto di vista, quello di una che crede nell'amore del Signore e che sente quotidianamente la forza e la gioia di trasmettere nel proprio
    lavoro fiducia e amore per la vita in ogni sua forma attraverso l'esempio, perchè noi insegnanti "lasciamo un segno" solo se siamo capaci di essere testimoni veri di ciò in cui crediamo.
    Un saluto a tutti.
    PS: e il blog parallelo????

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...