lunedì 23 ottobre 2017

Nel caso in cui un alunni presenti un disagio, un comportamento oppositivo con la tendenza episodica a scappare da scuola, risulta fondamentale intervenire in maniera tempestiva per evitare che la situazione possa degenerare, anche per le possibili conseguenze ad alunno e personale scuola.

Il docente deve presentare una relazione scritta al Dirigente informandolo di quanto accaduto ogni qualvolta accade un episodio che non si riesce a gestire. Lo stesso vale per il docente di sostegno che è contitolare di classe per cui non firmerà da solo, perché in classe c’è presente anche il docente curriculare.
Per quanto riguarda la questione alunno H, ritengo sia indispensabile intervenire immediatamente; bisogna convocare un GLHO (gruppo di lavoro operativo ) alla presenza della famiglia, dell’equipe di neuropsichiatria che ha in carico il ragazzo, di tutto il Consiglio di Classe al completo e del Dirigente scolastico. Quella è sede per decidere e concordare il da farsi: in questi casi è necessario richiedere all’Ente locale di competenza (comune se si tratta di scuola primaria e Secondaria di I gr.; provincia per la Scuola superiore) altre figure professionali (assistente igienico ed educatore) che sono di supporto alla scuola. Ovviamente per inoltrare tale richiesta è necessario che dette figure siano previste nella documentazione dell’alunno che c’è a scuola (PDF, PEI). Se così non fosse , in tempi brevissimi si può rivede la documentazione e si inoltra la richiesta (PEI E PDF).
Ricordiamoci quindi di relazionare tutto e dare tempestiva comunicazione al Digente Scolastico, anche perchè è il capo d’istituto e risponde in toto per ciò che accade nella sua scuola ( legge sull’autonomia … codice civile..).

Per la normativa con art. e casistica vedi qui http://www.edscuola.it/archivio/ped/vigilanza.html

0 commenti:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...