• BLOG DIDATTICO DI SOSTEGNO

    Si dice di solito "nero sul bianco" per marchiare negativamente qualcuno, io invece provo a cancellare questa macchia nera cercando di trasmettere non solo risorse ma anche valori umani. Se siete perplessi non preuccupatevi è un buon segno, in quanto la perplessità è l'inizio della conoscenza...

giovedì 22 ottobre 2020


"Fila la rima" è una raccolta di filastrocche e poesie nata dalla collaborazione della provincia autonoma di Trento, Dipartimento Istruzione Servizio per lo sviluppo e l’innovazione del sistema scolastico e formativo; un progetto editoriale dell'Ufficio di coordinamento pedagogico generale a cura di Anna Tava.

Le poesie e filastrocche scolastiche entrano nelle programmazioni vicino ai disegni, stanno nelle teche che i bambini portano a casa, appartengono a quell’anno e a quell’argomento, perciò a volte capita che se ne perdano le tracce. Ed è un peccato. Per questo si è pensato di fermarle in un libro, per poterle ritrovare e per farle viaggiare, perché altre insegnanti e altri bambini le possano leggere e utilizzare, ne possano ricavare uno spunto o un sorriso.  

Il materiale, giunto da molte scuole dell’infanzia provinciali di Trento, è stato raggruppato in cinque capitoli: “bambino e famiglia”, “tempo e natura”, “fantasia”, “scuola” e una sezione è dedicata alle poesie in dialetto trentino o nelle lingue presenti sul territorio della Provincia oltre all’italiano: il ladino, il mocheno e il cimbro (con traduzione).

Clicca qui per scaricare la raccolta! 

martedì 29 settembre 2020


Ecco un breve percorso didattico facilitatato per consolidare la conoscenza dei numeri da 0 a 10.

Non è altro che un piccolo eserciziario illustrato creato dalla Maestra Michela, molto utile per gli alunni con disabilità o con difficoltà.

Clicca qui per scaricare il percorso facilitato!


lunedì 21 settembre 2020

Il Manuale “Con le penne, matite ed occhiali... giocando s’impara!” è un’edizione, riveduta, corretta e arricchita del precedente manuale “Giocando s’impara” realizzato dall'Istituto Chiossone nel 1999.  

Come il precedente è il risultato di molti anni di esperienza, di lavoro, di studio e di sperimentazione che gli operatori dell’Istituto David Chiossone hanno condotto con i bambini ipovedenti, in rapporto con gli insegnanti e con i genitori. Un lavoro duro, rigoroso e appassionato perché condotto giorno per giorno a contatto con il disagio, la sofferenza, il rischio dell’esclusione sociale e culturale; ma affrontato con metodo, con riflessione, studio e confronto: soprattutto con il grande impegno umano indispensabile per sorreggere le tante rilevanti difficoltà che si devono affrontare insieme - operatori - insegnanti - genitori - per aiutare i bambini ipovedenti nel compito e obiettivo ambizioso di imparare a scrivere. 

Questa pubblicazione intende quindi rappresentare uno strumento di lavoro e un ausilio per gli insegnanti, gli operatori e i genitori. Uno strumento che dopo anni di impegno e sperimentazione all’interno delle attività dell’Istituto Chiossone, ha finalmente la possibilità di essere messo a disposizione di tutti i possibili utilizzatori. L’intenzione è infatti quella di proporre questa esperienza e questa metodologia anche ai bambini normovedenti affinché ne traggano giovamento nei primi passi di apprendimento della scrittura.

Clicca qui per visionare o scaricare il manuale!

Clicca qui per le schede operative del manuale (capitolo III)

giovedì 6 agosto 2020

Un quaderno di matematica che utilizza la CAA, risorsa da utilizzare per le disabilità più gravi come l'autismo o le difficoltà di comunicazione. Il quaderno da stampare gratuitamente è stato prodotto da l'educatrice Giorgia Sbernini in cui ha riassunto alcune attività di matematica e di operazioni formando un percorso personalizzato e facilitato grazie all'uso delle pecs!

mercoledì 5 agosto 2020

Ecco a voi una semplice guiida di parole da utilizzare per ricevere e accogliere i nuovi alunni stranieri. Questa quida è stata pubblicata dall'associazione ARCOBALENO (http://www.arcobalenoweb.org). Non è di facile utilizzo ma spesso ci si "agrappa" a qualcosa per iniziare un lungo percorso di inclusione e formazione.

Clicca qui per scaricare la guida.

venerdì 19 giugno 2020

Un libretto di 28 pagine con proposte didattiche divertenti ma istruttive.
In questo libretto ideato dal maestro Fabio è prevista anche una sezione, chiamata "Divertivacanza", per ripassare, giocando con cruciverba, crucipuzzle e indovinelli vari... alcuni contenuti di italiano e storia.

ISTRUZIONI PER LA STAMPA:

- Se usi una stampante con "fronte e retro automatico", scegli l'opzione "Stampa sul lato corto".
- Se usi una stampante normale,imposta prima la  stampa delle seguenti pagine: 1,3,5,7,9,11,13
Al termine, gira le pagine e sul retro stampale in questo ordine: 14,12,10,8,6,4,2.
- In alternativa puoi stampare una pagina, gira il foglio, stampa la pagina successiva e via di seguito...

SCARICA IL LIBRETTO IN PDF

lunedì 8 giugno 2020

Vi segnalo una risorsa davvero carina, si tratta di un piccolo diario delle vacanze da far svolgere agli alunni di scuola dell'infanzia (5 anni) o a settembre per la classe 1^ della scuola primaria.
Sono poche pagine che possono essere arricchite aggiungendone delle nuove...

martedì 2 giugno 2020

Un semplice giochino utile per il riconoscimento maiuscolo-minuscolo delle vocali... in abbinamento sotto troverete la scheda didattica da scaricare gratuitamente!


CLICCA QUI PER SCARICARE LA SCHEDA DIDATTICA!

sabato 30 maggio 2020

Un'altra APP didattica relativa all'apprendimento dei saluti in lingua inglese. Il bambino deve far scoppiare i palloncini per fa cadere il carico sul trenino, deve ovviamente rispettare la corrispondenza.
Visto la difficoltà che richiede questa attività vi propongo due versioni dello stesso gioco (una è facilitata), sotto troverete anche la SCHEDA DIDATTICA da stampare.
Tali app che troverete qui sono eseguibili anche dal pc ma conviene utilizzarle dal tablet che offre maggiore opportunità di grafica e utilizzo.

 

SCARICA la scheda didattica! Clicca qui!
App didattica per apprendere i numeri da 0 a 10 in lingua inglese, tale attività è fruibile anche nei dispositivi mobili come cellulari e tablet, inoltre sotto troverete anche la scheda didattica da stampare!


Clicca qui per scaricare la scheda didattica corrispondente al gioco!

sabato 23 maggio 2020

OpenDyslexic è un particolare carattere tipografico o font di video-scrittura, esso è progettato indicativamente ma non esclusivamente per i soggetti con DSA.

Creato per aumentare la leggibilità per i lettori con dislessia, il carattere tipografico include stili regolari, grassetto, corsivo e grassetto corsivo. Viene aggiornato continuamente e migliorato in base al contributo di altri utenti dislessici. 

Questo font è scaricabile gratuitamente, la versione più recente di OpenDyslexic utilizza la licenza SIL-OFL, offrendoti la libertà di utilizzarla per uso personale, uso aziendale, istruzione, commerciale, libri, lettori di ebook, applicazioni, siti Web e qualsiasi altro progetto o scopo di cui hai bisogno. 

Per scaricarlo gratuitamente segui le mie istrizioni:
  1. clicca qui Download OpenDyslexic, ti collegherà alla pagina per scaricare il font;
  2.  stabilisci un contributo monetario oppure digita 0 (zero) e clicca "LO VOGLIO";
  3. Dopo aver cliccato "lo voglio" si aprirà una pagina in cui vi chiederà l'email per ricevere il font!
  4. Aprite la posta elettronica indicata, troverete immediatamente il link per scaricare il font;
  5. Cliccando il link con la scritta DOWNLOAD potrete scaricare più di un font (il mio consiglio è di scaricare i primi tre);
  6. Una volta scaricate le cartelle compresse, estraete i files;
  7. Aprite le cartelle estratte, selezionate tutti i files e cliccate il tastro destro del mause su "ISTALLA";
  8. Aprite un qualunque programma di video scrittura e tra i font vi ritroverete le diverse versioni di OPENDYSLEXIC scaricate precedentemente.
CRITICITA'...
  • Non ci sono evidenze scientifiche che font del genere siano veramente ad altra leggibilità.
  • Non si possono installare su Google Docs, esso non permette di installare font esterni.

ECCO UN VIDEO TUTORIAL...

lunedì 18 maggio 2020

Come semplificare i testi per facilitare l'apprendimento degli alunni che mostrano difficcoltà di apprendimento?

Al di là del fatto che la lettura, per un dislessico, non sarà mai una cosa automatica come lo è per la maggior parte di noi, ci sono alcune regole che i docenti e genitori possiamo tenere presenti se vogliono aiutarli a leggere testi cartacei (e quindi senza sintesi vocale).

Ecco perciò alcune linee guida per fornire testi semplificati agli alunni con DSA, sia dal punto di vista grafico (in modo da favorire la percezione visiva) sia da quello sintattico e lessicale (la "forma" linguistica del contenuto). I consigli che trovate qui provengono da una rielaborazione dei materiali di studio offerti da PuntoEduDislessia, dal "Vademecum per la dislessia" e da altre letture.

Riguardo ad alcuni dei punti evidenziati di seguito, due strumenti potrebbero esservi comodi (clic sui link per scaricarli):

Ecco alcuni consigli...

  • La grafica e lo stile del documento: 

1) Corredare il testo di immagini, schemi, tabelle, ma in modo chiaro e lineare, senza "affollare" le pagine.  

2) Usare le intestazioni di paragrafo per i testi lunghi. 

3) Usare se possibile lo STAMPATO MAIUSCOLO. E' più facilmente leggibile (perchè stanca meno la vista) per chiunque! 

4) NON usare l'allineamento giustificato: lo spazio variabile tra le parole non aiuta. 

5) Andare spesso a capo, magari dopo ogni punto di sospensione (capoversi). 

6) Non spezzare le parole per andare a capo. 

7) Distanziare sufficientemente le righe (usare un'interlinea abbastanza spaziosa).  

8) Usare fonts del tipo "sans serif", cioè "senza grazie"(trattini a fine asta della lettera):

- carattere senza grazie o sans serif es: arial - VERDANA 

- carattere con grazie o con serif es: Times New Roman  

Il Times New Roman, ad esempio, è quello che di default si utilizza in Word, ma non è indicato. Nel nostro PC ci sono già fonts sans serif, basta scegliere un tipo di carattereche abbia segni "puliti", senza lineette aggiuntive, come ad es. il Comics, il Verdana, il Georgia, l'Arial.  

Attenzione, però: in alcuni di questi fonts la "i" maiuscola e la "elle" minuscola sono identiche! Succede as es. nell'Arial. Altri fonts invece, come il Verdana, li mantengono distinti (come eccezione, la sola I maiuscola del Verdana ha le grazie) 

9) Impostare il font in un formato (corpo) abbastanza grande: se un corpo di 12 punti potrebbe essere accettabile per il Verdana maiuscolo, per altri tipi di font più piccoli potrebbero servire almeno 14/16 punti. 

10) Se possibile, usare il grassetto e/o colori diversi per evidenziare le parole chiave ed i concetti più importanti, o per raggruppare (nel caso dei colori) concetti e contenuti tra loro correlati, attenzione a non esagerare: il testo deve essere chiaro, "pulito", senza inquinamento visivo. 

  • L'organizzazione del testo e il lessico: 

1) Usare frasi brevi, evitando le subordinate e preferendo piuttosto le coordinate.

2) Non usare doppie negazioni. 

3) Fare attenzione alle frasi con troppi pronomi: costringono ad

inferenze ed aumentano il carico cognitivo, a scapito della strumentalità di lettura. 

4) Nei testi informativi/di studio raggruppare le informazioni per blocchi tematici. 

5) Nei testi narrativi sostituire gli eventuali flash-back con un più semplice ordine cronologico. 

6) Cercare di evitare testi troppo lunghi: max 250 parole per pagina.

7) Per quanto possibile, usare forme attive e al modo indicativo. 

8) Usare un lessico semplice, in base all'età e alle difficoltà dell'alunno.

giovedì 14 maggio 2020

Gli scienziati di tutto il mondo sono impegnanti per superare l’emergenza coronavirus, è molto importante non dimenticarsi che anche i bambini che hanno il diritto di sapere. Soprattutto i bambini che vivono situazioni di fragilità o presentano un disturbo del neurosviluppo, che potrebbero avere meno strumenti per la comprensione di quanto sta accadendo e per la gestione di pensieri ed emozioni.
 
Quale modo migliore di comunicare e condividere emozioni ed esperienze della narrazione e della lettura condivisa? Per affrontare questa situazione vi propongo un ebook gratuito "Storia di un Coronavirus" pubblicato dalla Casa editrice Erickson.

Una storia semplice che racconta una realtà molto complicata con l’intento di sostenere le mamme e i papà ad affrontare insieme ai più piccoli (e forse anche grazie a loro) questo difficilissimo momento.

Il racconto si rivolge a tutti i bambini a partire dai 2 anni, con un’attenzione specifica ai bambini con bisogni comunicativi complessi e disturbi del neurosviluppo, attraverso una versione adattata e tradotta in simboli con gli strumenti della comunicazione aumentativa, secondo il modello inbook.

"Storia di un Coronavirus" è scritto da Francesca Dall’Ara, psicologa psicoterapeuta, lavora dal 2005 all’interno del Servizio per le Disabilità Complesse e le Malattie Rare del Neurosviluppo (SDCMR) dell’Unità di Neuropsichiatria dell’Infanzia e dell’Adolescenza (UONPIA) della Fondazione IRCCS Ca’ Granda Ospedale Maggiore Policli-nico di Milano.

Il libro è riccamente illustrato da Giada Negri, psicologa e psicoterapeuta, si dedica interamente al mondo delle immagini con le arti dell’illustrazione e della fotografia. Dal 2009 collabora con case editrici nazionali ed internazionali creando libri per bambini, immagini per riviste e oggetti di cartole-ria. Parallelamente crea opere d’arte su carta che sono esposte presso varie gallerie. È docente di illustrazione presso l’Istituto Europeo del Design.

Versione in simboli a cura di Antonio Bianchi e Laura Bernasconi Centro sovrazonale di Comunicazione aumentativa di Milano e Verdellosecondo il modello definito dal Centro studi inbook.
 

Vi fornisco un semplice modello di relazione finale per l'attività di didattica a distanza, utile per gli alunni disabili. Esso risulta di facile compilazione e lettura grazie ad una visione d'insieme efficace e con voci essenziali.

Il modello è ideato da © Carmelo Di Salvo (autore di questo blog), la risorsa è di libero utilizzo - si prega di segnalare la fonte in caso di diffusione in altri portali didattici e non.

Clicca qui per scaricare il modello!

mercoledì 13 maggio 2020

Il DPCM 8/3/2020, e la conseguente nota ministeriale n. 279, stabiliscono la “necessità di attivare la didattica a distanza al fine di tutelare il diritto costituzionalmente garantito all’istruzione”. 

Riguardo la valutazione degli apprendimenti e della verifica delle presenze, il testo ministeriale accenna a “una varietà di strumenti a disposizione a seconda delle piattaforme utilizzate”, ma ricorda che “la normativa vigente (Dpr 122/2009, D.lgs 62/2017), al di là dei momenti formalizzati relativi agli scrutini e agli esami di Stato, lascia la dimensione docimologica ai docenti, senza istruire particolari protocolli che sono più fonte di tradizione che normativa”.

Il processo di verifica e valutazione deve, quindi, essere definito dai docenti tenendo conto degli aspetti peculiari dell’attività didattica a distanza... 

Di seguito troverete una GUIDA sulla valutazione nella DAD con dei links per scaricare diversi strumenti come griglie e tabelle, con istruzioni per gli alunni BES e con Disabilità.


Normativa e materiali informativi

Sul tema della didattica a distanza sono stati pubblicati diversi documenti del Ministero dell’Istruzione aggiungendo anche altri documenti utili.



MIUR - Nota 278 del 6 marzo 2020 Scarica il documento in PDF >>

MIUR - Nota 279 dell'8 marzo 2020 Scarica il documento in PDF >>

MIUR - Nota 338 del 17 marzo 2020 Scarica il documento in PDF >>


INDIRE - La scuola fuori dalle mura Scarica il documento in PDF >>